Crowdfunding the future of Pompeii

The children aren’t the only ones optimistic about the potential power of crowdfunding in Italy. A new non-profit organization, LoveItaly, is hoping that there are enough italophiles – both in Italy and abroad – to save Pompeii.

 

LOVEITALY, IS HOPING THAT THERE ARE ENOUGH ITALOPHILES –

BOTH IN ITALY AND ABROAD – TO SAVE POMPEII”

 

Pompeii attracts a staggering 2.5 million visitors every year, making it the second most visited tourist attraction in Italy. However, the revenue from tourism is never going to be enough to cover the cost of restoration work. The temples, villas and baths of Pompeii may have survived the eruption of Vesuvius and remained standing for two thousand years, but they won’t last forever unless we make an effort to preserve them.

House of the Centaur, Pompeii

The House of the Centaur is one of many fascinating buildings in Pompeii, an elegant domus (aristocratic villa) located in what was once one of the most desirable parts of the city, near the forum. Built in the 2nd century BC, this house contains a very special cubiculum (bedroom). A rare example of a room decorated in “the first pictorial style”, the bedroom also has an entrance hall and alcove, which is unusual in Pompeii.

 

“CROWDFUNDING SEEMS LIKE AN OBVIOUS WAY TO

ENSURE THE PRESERVATION OF ITALY’S HERITAGE”

 

This villa is currently closed to the public, as it requires some extensive restoration work before it can be safely accessed. LoveItaly has launched a crowdfunding campaign, aiming to raise the €53,000 needed to complete the project. It may sound like a lot of money, but if enough people contributed, it would only take a small contribution from each person to reach their goal.

With so many people passionate about the history and culture of Italy, crowdfunding seems like an obvious way to ensure the preservation of Italy’s heritage. Pompeii is just one of many sites that can be saved with a little help from the public. LoveItaly has also crowdfunded the restoration of a beautiful Roman sarcophagus in the Corsini Gallery, and plans to start new projects across the country. 

The final outcomes of these crowdfunding projects remain to be seen. Will the children successfully buy the island? Will LoveItaly save the House of the Centaur? With increased enthusiasm for crowdfunding, particularly among the younger generation, they have good reason to be optimistic. There are so many Italy lovers across the world – tourists, history enthusiasts, and those proud of their Italian heritage – that Italy should be able to depend on a little help from abroad. Hopefully, the island and the House of the Centaur are just the beginning.

Alexandra Turney lives in Rome and works for Through Eternity Tours


 

Crumbling House of Gladiators

 

Crowdfunding, il futuro di Pompei

Alexandra Turney lives in Rome and works for Through Eternity Tours

Una classe di scolari italiani di recente ha fatto notizia quando hanno annunciato la loro intenzione di acquistare l’isola di Budelli, per evitare che diventi di proprietà di ricchi investitori. Come può un gruppo di bambini trovare i milioni di euro necessari per l’acquisto di un’isola? La risposta è semplice: crowdfunding. Questi bambini credono che se ogni bambino in Italia facesse una donazione verso il loro progetto di crowdfunding, sarà possibile acquistare l’isola e ribattezzarla “L’Isola dei Ragazzi”.

I bambini non sono gli unici a credere nella potenziale forza del crowdfunding in Italia. Una nuova organizzazione senza scopo di lucro, LoveItaly, spera che ci siano abbastanza italofili – sia in Italia che all’estero – per salvare Pompei.

 

“LOVEITALY, SPERA CHE CI SIANO ABBASTANZA ITALOFILI –

SIA IN ITALIA CHE ALL’ESTERO – PER SALVARE POMPEI”

 

Pompei attira l’incredibile cifra di 2,5 milioni di visitatori ogni anno, il che la rende la seconda attrazione turistica più visitata in Italia. Tuttavia, le entrate dal turismo non sono mai sufficienti a coprire il costo dei lavori di restauro. I templi, le ville e i bagni di Pompei sono sopravvissuti all’eruzione del Vesuvio e sono in piedi da duemila anni, ma non dureranno per sempre a meno che non facciamo uno sforzo per conservarli.

La Casa del Centauro è uno dei tanti affascinanti edifici di Pompei, un elegante domus (villa aristocratica) che si trova in quella che fu una delle zone più ambite della città, nei pressi del Foro. Costruita nel II secolo a.C., questa casa contiene un cubicolo molto speciale (camera da letto). Un raro esempio di sala decorata in “primo stile pittorico”, presenta inoltre un ingresso e una nicchia, che è insolito a Pompei.

Questa villa al momento è chiusa al pubblico, in quanto richiede alcuni lavori di restauro prima di poter accederevi nuovamente in modo sicuro. LoveItaly ha lanciato una campagna di crowdfunding, con l’obiettivo di raggiungere i 53.000 € necessari per completare il progetto. Può suonare come un sacco di soldi, ma basti pensare che, se ognuno fa la sua parte, sarà bastato solo un piccolo contributo per raggiungere l’obiettivo.

Con così tante persone appassionate di storia e di cultura italiana, crowdfunding sembra un modo ovvio per garantire la conservazione del patrimonio d’Italia. Pompei è solo uno dei molti siti che possono essere salvati con un piccolo aiuto da parte del pubblico. LoveItaly ha anche crowdfunded il restauro di un bellissimo sarcofago romano nella Galleria Corsini, e prevede di avviare nuovi progetti in tutto il paese.

 

“IL CROWDFUNDING SEMBRA UN MODO OVVIO PER GARANTIRE

LA CONSERVAZIONE DEL PATRIMONIO D’ITALIA”

 

I risultati finali di questi progetti crowdfunding restano da vedere. Saranno i bambini acquistare con successo l’isola? Sarà LoveItaly salvare la Casa del Centauro? Con maggiore entusiasmo per il crowdfunding, in particolare tra le giovani generazioni, hanno buoni motivi per essere ottimisti. Ci sono così tanti appassionati in tutto il mondo Italia – turisti, appassionati di storia, e quelli orgogliosi della loro eredità italiana – che l’Italia dovrebbe essere in grado di dipendere da un piccolo aiuto dall’estero. Si spera, l’isola e la Casa del Centauro sono solo l’inizio.


 

 

 

Written by Alexandra Turney