PICAI, riprendono i corsi di italiano

Piero Iannuzzi, presidente del PICAI, e Tony Loffreda, presidente della FCCI

La Fondazione comunitaria Italo-Canadese (FCCI) informa che, a seguito della decisione del Consiglio di amministrazione, sarà accordato un sostegno finanziario alla scuola di lingua italiana PICAI (Patronato Italo-Canadese per l’Assistenza agli Immigrati). Grazie a questo sostegno, il PICAI potrà riprendere i corsi d’italiano affinché gli alunni possano terminare la propria sessione.

Una conferenza stampa si è tenuta il 14 febbraio alle 14:00 presso il Centro Leonardo da Vinci per illustrare tutti i dettagli. Lo scorso 10 gennaio, il PICAI ha informato i cittadini dell’improvvisa interruzione dei corsi di italiano nelle scuole a causa della mancanza di fondi. Ogni anno, l’organismo dipende dal sostegno finanziario del Ministero degliAffari Esteri Italiano, la maggiore risorsa finanziaria per lo svolgimento delle sue attività. Gli ultimi versamenti erano ancora in sospeso e ciò ha causato l’interruzione dei servizi. A tale scopo, la FCCI ha preso l’iniziativa di rispondere rapidamente al problema. Le lezioni di italiano riprenderanno sabato 16 febbraio nelle varie scuole. Il nuovo consiglio del P.I.CA.I, attualmente presieduto da Pietro Iannuzzi, informa che la sessione scolastica sarà estesa per recuperare il tempo perduto. La FCCI intende, d’ora in poi, collaborare con il PICAI per promuovere e preservare l’insegnamento della lingua italiana presso i giovani italo-canadesi della comunità. Organismo senza scopo di lucro, la FCCI è stata creata nel 1975 con l’obiettivo di raccogliere fondi per garantire la continuità e la promozione degli organismi filantropici.

Per ulteriori informazioni, contattare l’amministrazione della FCCI al 514-274-6725 e visitare il sito:www.fcciq.com Il PICAI è un’organismo no-profit che aiuta gli immigrati nel loro collocamento in Canada. Dal 1971, organizza corsi di lingua e cultura italiana a Montréal, in tutto il Québec e fino all’inizio degli anni ’90 nelle Province marittime. Il suo organico è composto da 150 insegnanti e sono oltre 1500 gli studenti che frequentano i corsi nelle 11 scuole sparse nella regione metropolitana di Montréal.www.picai.org