Exploring Quebec’s via Ferratas

Esplorando le vie ferrate del Quebec, foto dagli archivi Sépaq

Arrampicata su roccia, stile italiano

“Negli anni abbiamo davvero visto un significativo aumento della gente che ha provato la nostra via ferrata” dice Simon Boivin, portavoce della Société des établissements de plein air du Québec (Sépaq), l’agenzia incaricata di sorvegliare i parchi e le riserve naturali della provincia. “È un’attività che prospera e sta crescendo in popolarità”.

Descritta come un incrocio tra l’escursionismo e l’arrampicata su roccia, la via ferrata – che in italiano sta per sentieri o strade di ferro – è tutta un’esperienza. Con l’aiuto dei cavi di acciaio, pioli di ferro, ponti e scale, le vie ferrate sono progettate per essere apprezzate da partecipanti di quasi tutte le età e livelli di abilità. In molti casi le guide professionali, che accompagnano gli scalatori, aiutano a dare un ulteriore senso di sicurezza.

Canyon Sainte-Anne, foto dagli archivi Sépaq

Sebbene sia una realtà relativamente nuova per il Quebec, i primi esempi di vie ferrate che si trovano nelle Alpi possono essere fatti risalire almeno al XIX secolo. Ma non prima del 1900  sono diventate più comuni, a cominciare dall’Italia.

Durante la prima Guerra Mondiale le Dolomiti sono servite come principali campi di battaglia tra gli Italiani e l’esercito austro-ungarico. Per aiutare le truppe a muoversi in condizioni pericolose di alta quota, diverse vie ferrate costituite da scale e linee permanenti sono state costruite in tutta la montagna. Alcuni di questi percorsi sono stati ristrutturati e modernizzati e adesso sono curati dal Club Alpino Italiano. Oggi in Italia ci sono oltre 400 vie ferrate e più della metà si trovano nelle Dolomiti. Verso la fine del XX secolo sono diventate molto popolari e sono state viste come unapossibilità per promuovere il turismo.

Fjord su Saguenay, foto dagli archivi Sépaq

Col tempo la costruzione di sentieri protetti ha iniziato a spostarsi oltre le Alpi in altre regioni del mondo, compreso il Quebec. Ben lontane dalle loro origini belliche, molte vie ferrate moderne prevedono attività come la teleferica per aggiungere un ulteriore richiamo per chi cerca un’avventura divertente.

Boivin sostiene che le vie ferrate sono l’ideale per la rete di Sépaq perché incoraggiano chiunque a vivere in prima persona i grandi spazi aperti del Quebec. “Offrire le vie ferrate ci permette di soddisfare esigenze per diversi profili di clienti, specialmente per chi ama il brivido, ma anche per le famiglie che vogliono interessare i propri figli alle vacanze all’aperto”, dice “abbiamo circuiti diversi a seconda del livello livello di abilità dei partecipanti, che siano principianti, intermedi o avanzati. È anche un modo diverso di scoprire il paesaggio e avere accesso a punti di vista che non si potrebbero ammirare altrimenti. L’attività offre un diverso contatto con la natura, basti pensare alla sensazione che si prova quando si tocca la roccia.”

Sepaq ha impiantato il circuito della sua prima via ferrata nel Parco Nazionale di Mont Tremblant nel 2008. Da allora, per venire incontro alla crescente domanda, sono stati sviluppati altri tre circuiti in tutta la provincia, ognuno con il proprio fascino.

Le vie ferrate della Sépaq si ispirano a quelle che si trovano in Europa, tra cui l’Italia, ad eccezione di una differenza principale: “Abbiamo aggiunto l’elemento della guida” afferma Boivin”. Tutti i gruppi sono accompagnati da una guida, la quale non solo insegna le tecniche della via ferrata ma spiega anche il paesaggio, la flora e la fauna. Questo elemento personale è il motivo principale per cui le vie ferrate sono così popolari in Quebec. Non si tratta solo di arrampicata su roccia, ma anche di un modo per interagire e conoscere l’ambiente, dalla piccola roccia alle grandi montagne e cascate.

In totale le route des Via Ferrata du Quebec consistono in non meno di 12 destinazioni, dal Parc Aventures Cap Jaseux a Saint-Fulgence a Parc des Chutes Coulonge nel Mansfield. Da allora il Canada occidentale ha seguito le orme del Quebec con le vie ferrate aperte in Alberta e British Columbia – tra cui il più grande sentiero di arrampicata protetto del Nord America, situato sul monte Nimbus nelle Columbia Mountains, accessibile solo in elicottero.

Per Boivin, tutto questo è un’ulteriore prova del fatto che “sempre più persone cercano modi sicuri e soddisfacenti per uscire dalla loro zona di comfort”.